THE FAULT IN OUR STARS (COLPA DELLE STELLE) – RECENSIONE

E ritorno con una recensione telefilmica come non facevo da tempo con un film che in Italia dovrebbe uscire a giorni, se non è già uscito, sto parlando di “ Colpa delle stelle” il cui titolo originale è “The fault in our stars” diciamo che ci sono andati vicini con la traduzione. Ovviamente io ho visto la versione con i sottotitoli e quindi non mi esprimerò in fatto di doppiaggio, quello che posso dire è che il trailer è identico a quello originale e il che è positivo, perchè non amo le variazioni.

In breve vi riassumo la trama senza svelarvi troppo … per ora.

La storia parla di Hazel una ragazza diciassettenne con un cancro ai polmoni da quando ha tredici anni che si reca ad un incontro dove, ragazzi con lo stesso problema, cercano di sostenersi a vicenda. Qui incontra Augustus un giovane e bel ragazzo diciottenne con uno spiccato senso dell’umorismo e di gran fascino che ha sofferto di cancro e per questo ha dovuto subire l’amputazione di una gamba. Tra i due nasce un’amicizia favorita soprattutto dal fatto che Augustus trova bellissima Hazel Grace. Hazel è affascinata da un libro che consiglia ad Augustus, ma questo libro ha un finale aperto e quindi i due giovani scrivono all’autore, che vive ad Amsterdam, per sapere come si conclude la storia; questo non potendo rispondere per iscritto li invita ad Amsterdam. Hazel vorrebbe partire, ma la sua famiglia non ha la disponibilità economica, sarà dunque Augustus ad esprimere il desiderio per lei che ha esaurito i suoi tre. Prima della partenza però dovranno superare un ulteriore ostacolo, ma riescono a partire per un viaggio che cambierà molte cose.

Questa è sicuramente una pellicola drammatica e se non siete in grado di sostenere un film con molti sconvolgimenti emotivi vi sconsiglio vivamente di guardalo, ma se avete un cuore che può un minimo reggere alle emozioni questa pellicola va assolutamente vista, perchè cambierà il punto di vista di molti su una malattia come il cancro e su quale sia il senso della vita. Io personalmente sono stata molto colpita e ho iniziato a piangere da metà del film alla fine, anche se tra queste lacrime ci sono molti sorrisi, perchè la costruzione di certe scene permette l’inserimento di battute che smorzano l’atmosfera. Per i veri cinefili probabilmente sarà una pellicola mediocre, non ricca di significati metaforici dall’inizio alla fine e forse troppo stereotipata in un amore perfetto e adolescenziale, ma per uno spettatore in cerca di un forte impatto emotivo sarà un pieno coinvolgimento.

The fault in our stars è una pellicola tratta dall’omonimo libro di  John Green mentre il film è diretto da Josh Boone i protagonisti sono Shailene Woodley, nel ruolo di Hazel, e Ansel Ergot, nel ruolo di Agustus affiancati nel ruolo di Isaac ( amico del protagonista affetto da cecità) da Nat Wolff.

I due attori sono giovanissimi Ansel ha solo vent’anni, mentre la Woodley ne ha ventitré eppure hanno davvero un grande talento e soprattutto grande intesa, data anche dal fatto che questo non è il primo lavoro insieme, ma i due si sono conosciuti sul set del film Divergent dove erano fratelli.

Non avendo letto il libro non posso giudicare la resa cinematografica, ma grazie anche ad un’incessante pubblicità il film ha raggiunto un vasto pubblico, prevalentemente adolescenziale,  vincendo in tutte le  categorie in cui era nominato ai Teen Choice Awards.

Voto 9.5 

Baciozzi.

Annunci

5 pensieri riguardo “THE FAULT IN OUR STARS (COLPA DELLE STELLE) – RECENSIONE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...