Indovina chi viene a Natale- Recensione

49921Le feste di Natale sono ufficialmente concluse anche se pandori e panettoni ci metteranno un po’ ad abbandonarci. Come ogni anno i cinema d’Italia sono stati tempestati dia cine-panettone. Tra questi vi è il classico film di Natale dal titolo “Indovina chi viene a Natale? Anche in questo caso il film conta un cast di eccezione: Diego Abatantuono, Angela Finocchiaro, Cristiana Capotondi, Raul Bova, Carlo Buccirosso, Claudia Gerini e Claudio Bisio. Insomma diciamo un parterre di tutto rispetto. 

Di seguito vi propongo la trama:

Giulio (Diego Abatantuono) è un ricco imprenditore che è riuscito a  sanare i debiti di gioco anche grazie alla sua impresa di panettoni artigianali e anche grazie al sostegno della moglie Marina (Angela Finocchiaro) con cui gestisce un’impresa che vanta l’assunzione di personale diversamente abile. Col sopraggiungere delle festività insieme alla famiglia e all’anziana madre (Isa Barzizza), recentemente vedova del capofamiglia, celebre icona della canzone melodica italiana degli anni ’60, Giulio ha invitato i fratelli a  trascorrere nello chalet di montagna le feste di Natale.  Per la vigilia li raggiungono la figlia Valentina (Cristiana Capotondi), che per le feste ha deciso di presentare a tutti il suo nuovo fidanzato disabile (Raoul Bova), la sorella Chiara (Claudia Gerini) divorziata e con due figli e il nuovo compagno Domenico (Claudio Bisio) e, infine, il fratellastro Antonio (Carlo Buccirosso) con moglie e tre figli al seguito, nato da una relazione extra coniugale del defunto cantante, ma integrato nella famiglia. Durante il soggiorno varie saranno le situazioni esilaranti e complicate difronte le quali si troveranno tutti i protagonisti.Inoltre a conclusione della pellicola fa la sua apparizione anche Gigi Proietti nel ruolo del padre defunto.

Cosa salvo di questo film? Salvo il cast!! Sono tutti bravi dai bambini fino al cast maturo; si vede che hanno esperienza, si vede che sono padroni del loro mestiere. Il migliore fra tutti sicuramente Abatantuono che sa essere ironico e profondamente espressivo. La partecipazione di Proietti poi è pura estasi ti fa capire che il mestiere d’attore non è un mestiere per tutti e che il talento e la professionalità esistono.

Cosa non salvo?  La trama banale formata dalla solita struttura a coppie e quindi con i relativi episodi che si incastrano in una cornice monotona scontata. E’ un classico del cinema, ma che ormai non sorprende più varia qualcosa, ma il principio è sempre quello.

Se amate la tradizione e i cine-panettone questo è nella media, devo dire che apprezzo la mancanza della solita straniera bonazza ultra doppiata che serve solo per attizzare il pubblico maschile. Questo è realmente un film di Natale per tutta la famiglia, ma non è all’altezza di una grande promozione.

Mi sento di consigliarvi un film di Natale più vecchiotto, sempre che non l’abbiate già visto, “Una Famiglia perfetta” con Sergio Castellito è sicuramente fresco e innovativo.

Aspetto di sapere la vostra.

Baci Caterina

Annunci

2 pensieri riguardo “Indovina chi viene a Natale- Recensione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...