Recensendo Mood Indigo

ImmagineCome promesso continuo con le recensioni e questa volta tocca Mood Indigo uscito nelle sale il 12 settembre, per la regia di Michel Gondry tratto dal romanzo La schiuma dei giorni di Boris Vian, per una produzione dal sapore francese.

Per l’occasione troviamo riuniti sul grande schermo Audrey Totou e Roman Duris, rispettivamente Colin e Chloe, già apparsi insieme ne L’Appartamento Spagnolo, prestano il volto ai protagonisti della vicenda.

Il film appartiene al genere fanta-drammatico, infatti il libro da cui è tratto è un romanzo surreale e questo aspetto prepotentemente entra nella sceneggiatura. 

Vi allego la trama:

Colin (Romain Duris), giovane e ricco idealista, inventore di uno strano strumento musicali, vive in un piccolo appartamento e sogna di incontrare il grande amore, così come è successo all’amico Chick (Gad Elmaleh). Chick, un povero ingegnere appassionato della filosofia di Patre, vive il suo idillio d’amore con Alise (Aïssa Maïga), la nipote di Nicolas (Omar Sy), il geniale cuoco di Colin. Quando  Nicolas accenna alla sua frequentazione con Isis (Charlotte Lebon), Colin spera di incontrare presto qualcuno. Ad una festa a casa di Isis, il suo desiderio si avvera e conosce Chloe (Audrey Tatou), una ragazza dalla delicata bellezza. Si innamorano e si sposano ma, poco dopo le nozze, la loro felicità si trasforma in amarezza. Durante la luna di miele, Chloe scopre di essere malata a causa di una ninfea che cresce nei suoi polmoni. Per pagarle le cure necessarie e circondarla di fiori che la aiuterebbero a guarire, Colin è costretto ad accettare in una fantasmagorica Parigi i lavori più assurdi mentre la loro abitazione si fa sempre più piccola e le vite dei loro amici Nicolas e Chick si disintegrano.

Bene allora per quanto riguarda cosa ne penso io, vi dico subito che forse non sono al livello di film di questo calibro o di questa intenzione, perchè mi sono annoiata.

Io capisco che essendo surreale dovesse essere pieno di effetti e molto no sense, ma questo mi è pesato tantissimo, perchè non sono riuscita ad appassionarmi alla storia, forse perchè realmente una storia non c’è.

Mi rammarico di non aver letto il libro, anche perchè non ne conoscevo l’esistenza, ma se dovessi trovarlo il libreria lo acquisterei per vedere se il film assume un po’ più di consistenza.

Nulla da recriminare agli effetti speciali o agli attori, forse in maniera molto semplice non è il mio genere.

Link trailer

Baciozzi Caterina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...