Il dramma di essere in dieta #2

Come alcuni di voi sapranno mi sono messa a dieta ( evviva!!!), se partiamo dal presupposto che è da quando avevo 6 anni che faccio dieta non dovrebbe più stupire nessuno.

Ora che ormai non sono più un’adolescente, però mi viene molto più difficile perdere peso.

Inoltre c’è anche da dire che io di mio mangio veramente poco o almeno non cibi nocivi, le mie amiche sostengono che sia da istituto d’igiene mentale perchè non mangio di mio nutella ( si lo so sono pazza anche per voi), ma a me non piace veramente e non mi piacciono i dolci in generale. Quello che frega a me è la mia passione per il salato.

Comunque lasciando perdere le mie insolite abitudini alimentari scriviamo il secondo capitolo della mia impresa di dimagrimento ovvero: LA RESISTENZA!!

Perchè la resistenza, perchè a casa mia dovete sapere che il gene di prendere chili con una facilità mai vista prima è un gene del tutto femminile, mentre i maschi della casa restano incredibilmente magri. Mio fratello per esempio è uno stecchino che va in giro per casa a divorare qualsiasi cosa trovi.

Oggi infatti mentre io avevo la mia insalatina con petto di pollo e un goccio d’olio avevo di fronte a me mio fratello che divorava un kebab con patatine fritte e salsa kebab, ma se già aver subito questa resistenza a cena non fosse abbastanza a pranzo mentre io avevo il mio piatto di pasta semplicissimo gli uomini di casa divoravano fettina impanata e mangiavano gelato ( amarena e nutella) come dessert.

Io non solo posso dire con estrema letizia di aver rinunciato a queste pietanze che semplicemente guardandole mi invitavano ad essere da me assaporate, ma ho anche resistito agli altri commensali che mi dicevano di assaggiare giusto un morso ( okay lo so non avrebbe rovinato la mia vita un cucchiaino di gelato, ma se inizio adesso chi ci arriva a dicembre?).

Quindi cari lettori vi annuncio con piacere che è stata vinta la prima battaglia, ma la guerra è ancora lunga 🙂 .

Vi abbraccio Caterina.

Annunci

7 pensieri riguardo “Il dramma di essere in dieta #2

  1. Cara amica. Perdere peso è come smettere di fumare: bisogna avere una seria motivazione.
    Io fumavo moltissimo e più di 40 anni fa ho smesso, troncando di colpo, di fumare ed ho compreso di mio il dramma dei tossicodipendenti perchè la notte mi svegliavo con i crampi allo stomaco per la mancanza di nicotina.
    Ero arrivato a 87 kg di peso e sono stato costretto a perderne un bel po’. Ho sofferto la fame ma in poco più di 9 mesi ho perso 19 kg riconquistando il mio peso forma e con esso parte della salute che stavo perdendo.
    Quindi, hai tutta la mia solidarietà ma anche uno stimolo a tenere duro e perdere subito peso quando devi ancora perderne poco. Poi, come per me, diventa difficilissimo! Poniti un traguardo settimanale, almeno 1/2 kg a settimana. Vedrai che ce la farai. Ciao.

    1. grazie per aver condiviso la tua esperienza con me 🙂 si infatti sono molto motivata dieci chili non sono pochi, ma si può fare e ce la farò. Grazie per il sostegno !!!
      Ciao a presto 😀 Caterina

  2. sei la seconda persona al mondo che mi dice che non gli piace la Nutella.
    La prima sono io…
    Ricordo che da piccolo piangevo quando mia madre me la comprava per la merenda a scuola eheheh
    In realtà proprio non mangio cioccolato, lo odio visceralmente, non mi piace….

    Ora finalmente quando mi diranno “sei l’unico al mondo che non mangia Nutella” potrò rispondere: “E NO!!!!!!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...