Uno sfogo sociale

Di solito mi sono sempre espressa su temi di carattere sociale con poca attinenza politica, poiché penso che non si conforma (la politica intendo) con i presupposti che mi sono prefissata; ma questa volta sento che devo esprimere la mia opinione sul nuovo decreto sul lavoro.

Allora ciò che più mi preme è la parte relativa ad aiutare i giovani. Io sono giovane ho 22 anni, quindi rientro nella categoria interessata a queste “agevolazioni” che toccano la fascia di età compresa tra i 18 e i 29 anni. Letti questi presupposti mi ero sentita finalmente categoria protetta, in quanto penso che se non si parte dalle fasce più giovani una nazione rischia di morire.La mia gioia e la mia fiducia però vengono subito spente nel momento in cui leggo che per accedere a queste agevolazioni bisogna avere dei “requisiti”:

– Non essere in possesso di diploma; ( Loro lo dicono con altre parole, io amo il succo del discorso)

– Essere disoccupato da almeno 6 mesi;

– Vivere da solo o con famiglia a carico.

In pratica se sei un povero disgraziato che sta per tentare il suicidio abbiamo un pò di pietà e ti finanziamo 760 € così se alla fine a fine mese non ci arrivi lo stesso, perchè tra affitto, mantenimento della famiglia e  debiti pregressi dovuti ai precedenti mesi di disoccupazione non sai comunque come tirare avanti noi la coscienza ce l’abbiamo pulita.

E no cari miei se voi volete ridurre un paese al lastrico diffondendo il verbo che se non si studia si hanno migliori possibilità esigo che dobbiate prendervi le vostre responsabilità.

Se voi sostenete che bisogna dare aiuto a chi non ha qualifica dovete spiegarmi perchè fino a 18 anni si deve andare a scuola.

Se l’università non ha nessun vantaggio dovete spiegarmi perchè sono 16 anni che io passo la mia vita sui libri e ho rinunciato a tutto per affermarmi.

Se alla fine i titoli non servono voi perchè avete laurea di primo, secondo grado, master livello uno, livello due e magari seconda laurea??

Allora ditemelo in faccia che volete ricreare la casta, guardatemi negli occhi mentre costruite un popolo ignorante che è più facile da controllare, ditelo ad alta voce che per voi il figlio di un operaio per quanto talentuoso non può superare i vostri figli “privilegiati” e non nascondetevi dietro coordinate politiche e nomignoli vari.

Perchè permettetemi che se devo essere presa per i fondelli almeno lasciatemi la dignità di capire che lo state facendo.

 

Annunci

5 pensieri riguardo “Uno sfogo sociale

  1. Premetto che non ho letto il decreto ma mi pareva di aver capito che bastava rientrare in una delle tre categorie per avere vantaggi nell’assunzione, in particolar modo a tempo indeterminato. Cosa sono quei 760 euro?

    1. si devi rientrare in una sola delle categorie, magari in effetti non si evince bene. I 760€ è un numero random per indicare i contributi che si ottengono tramite il decreto, che a prescindere che basti una sola categoria trovo discriminante anche perchè sul fatto che categorie non specializzate possano essere un requisito non sono d’accordo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...