La maschera sociale

Twitter o Facebook hanno cambiato il modo di concepire la vita, tutto è diventato più social. Basta pensare che ormai se facciamo un aperitivo o se andiamo a ballare nell’immediato facciamo una foto e la carichiamo su uno dei social network sopra citati. Tutti sempre felici e sorridenti, situazioni di puro divertimento, ma mi chiedo quanto ci sia di vero in tutto questo.

Perchè se questa è la generazione della “crisi” economica, sociale e degli ideali di cosa gioisce cosa provoca questa felicità? Io penso( e magari mi sbaglio) che questa sia la generazione delle grandi apparenze, perchè ognuno indossa una maschera rispetto alle situazioni che si trova davanti. Rispetto a quello che generalmente è l’opinione pubblica io reputo che sia corretto indossare una maschera, non tutti infatti devono vedere quello che siamo quello che pensiamo o come viviamo le difficoltà della vita. La maschera non è un inganno, la maschera ci aiuta ad adattarci al contesto, ci aiuta a non svelare troppo a patto che quando io vorrò saprò di poterla togliere. Infatti quello che ormai forse non si riesce a fare più è distinguere l’apparenza dalla realtà, allora quella maschere si incolla alla nostra pelle e non è fondamentale se io non mi sto divertendo in quella serata con gli amici, non è fondamentale se io vorrei essere in un altro posto o se mi sto divertendo, ma non voglio che gli altri lo sappiano, perchè se vuoi far parte della società se vuoi essere quello accettato essere social è meglio che essere te stesso. Adesso nessuno sa più cosa vuol dire essere se stesso nessuno sa più cosa vuol dire provare sensazioni reali. 

A questa visione io mi oppongo non penso che essere quello che gli altri vogliano che tu sia ti renda migliore di quello che sei. Mi oppongo e cerco di essere sempre quella che sono, anche se spesso indosso la mia maschera, nella mia stanza, nelle piccole cose riesco a toglierla e mi sento libera mi sento me stessa e capisco che il prezzo che pago nell’indossare quella maschera è necessario, ma che essere quella che sono è determinante per far si che io la sappia portare con stile, perchè la maschera copre il viso eccetto gli occhi e sono gli occhi lo specchio della nostra anima.

Io mi auguro e auspico che tutti ricerchiamo il nostro io che sappiamo diventare dei camaleonti che al momento giusto ritornano al proprio colore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...